apic820001@istruzione.it 
P.E.C. Medialama 
HOME

                                                 PROGETTO " GLI ELEMENTI DELLA  NATURA"

            

                                                                           Aria      Acqua    Terra    Fuoco


La fascia d'età compresa tra i tre e i sei anni è quella in cui il bambino sta strutturando e costruendo le proprie conoscenze e la propria memoria, occorre quindi potenziare la sua cultura scientifica offrendogli gli strumenti per capire meglio la realtà.


Pertanto la metodologia privilegiata nel nostro progetto è quella scientifica, basata cioè sull'osservazione, sul fare unito al pensare, dove attraverso percorsi di esplorazione il bambino mette in gioco la sua intera fisicità, operando connessioni mentali che lo porteranno gradualmente ad essere protagonista nella costruzione del proprio sapere.

Il suddetto progetto di sperimentazione, rivolto ai bambini dell'ultimo anno della scuola  dell'Infanzia,  propone percorsi di conoscenza degli elementi: Aria, Acqua, terra, Fuoco componenti basilari di ogni ecosistema  e dei meccanismi che li governano.


Parlare a dei bambini in età prescolare di problemi così complessi richiede un'impostazione vicina alla loro sensibilità ed alla loro fantasia, in modo che i concetti trasmessi diventino parte integrante del loro vissuto quotidiano.

Per questo motivo, sono stati studiati giochi, attività manipolative ed animazioni da condurre in piccoli gruppi, spaziando da attività psicomotorie a giochi di percezione. da piccoli esperimenti di scoperta dell'elemento e delle leggi che lo regolano alla presentazione di fiabe o miti che mostrano i profondi ed arcaici legami dell'uomo con l'ambiente naturale.


Questa metodologia, che unisce un approccio tecnico-scientifico ad uno prettamente ludico, consente, da un lato di essere più in sintonia con la sensibilità dei bambini e, dall'altro offre la possibilità all'insegnante di trattare temi diversi , in modo trasversale.

                                                                OBIETTIVI

STIMOLARE ATTRAVERSO L'IMMAGINARIO ATTEGGIAMENTI DI CURIOSITA' COME SPINTA ALLA CONOSCENZA.


PROMUOVERE ATTEGGIAMENTI DI SCOPERTA ATTRAVERSO L'OSSERVAZIONE , IL CONFRONTO E LA RELAZIONE IN INTERAZIONE CON GLI ALTRI.


FAVORIRE IL'INTERIORIZZAZIONE DI ESPERIENZE E CONOSCENZE ATTRAVERSO IL COINVOLGIMENTO DELL'INTERA CORPOREITA' DEL BAMBINO NEL PALCOSCENICO SCIENTIFICO.



 

ARIA

Le cose fatte di aria (bolle, schiume, palloncini, nuvole, nebbie, spray…)

Le cose che stanno nell'aria (aquiloni, insetti, pollini, semi, uccelli, girandole, arcobaleni…)

Le cose che si spostano per mezzo dell'aria (elicotteri, aeroplani, piume, fumi, profumi...)   

Le cose che vivono nell'aria (insetti, uccelli …)

Storie naturali d'aria

                                                                         FORME  

Vento, nuvole, gas, …

                                                                          PROCESSI   

Soffi, sventagliamenti, ventilazioni, rigonfiamenti, sollevamenti, volteggiamenti, vortici, mulinelli, innalzamenti, svolazzamenti, traiettorie


Storie artificiali d'aria

                                                                        FORME   

Palloncini, schiume, bolle di sapone, fumi, riscaldamenti, cotture,  …

FENOMENI E CONCETTI

forma, condensazione, essiccazione, evaporazione, .....

Attività di Laboratorio

Semplici sperimentazioni

Giochi:

Gonfiamo i palloncini

Costruiamo e facciamo volare gli aquiloni



                        

ACQUA


Dialoghi sulle gocce

Quand'è che diciamo "goccia"

Quali sono le cose che fanno le gocce

Dialoghi sull'origine delle acque 


Da dove vengono

Come si formano

Come si trasformano

Mostra di acque

Piovane, minerali, di sorgente, fluviali, marine, lacustri, distillate, potabili, inquinate…)

Gli abitanti delle acque

Attività di Laboratorio



TERRA

Quanti modi ci sono di essere terra (pianeti,suolo, sottosuolo…)

Le cose fatte di terra ( rocce, terreni, fossili, piante …)

Le cose che stanno sulla terra (vegetali, animalii, laghi, fiumi, abitazioni…)

Le cose che stanno sotto terra (minerali, grotte, radici, lombrichi, tane, semi, …)

Le cose che stanno sopra e sotto terra (sorgenti,.…vulcani,.. montagne,…fiumi,…laghi, …)                                                 

       FORME

Terremoti e maremoti, eruzioni vulcaniche, .............

       PROCESSI

                           Precipitazione, penetrazione, sgocciolamento, erosione, …

Attività di Laboratorio

Modelliamo l'argilla

Giardinaggio: dalla semina alla cura delle piante



FUOCO

Quanti modi ci sono di essere fuoco

(fiamma, combustioni, calore, sensazioni, memorie, miti e leggende)


Le cose fatte di fuoco

(il sole, le stelle, i fulmini, i vulcani, i falò, i fuochi artificiali)


Le cose che stanno dentro al fuoco

(fumi, odori, ceneri, polveri…)


Le cose che il fuoco trasforma

(materiali di tutti i tipi a contatto con la fiamma, rumori, colori, forme, direzioni odori, annerimenti, sgocciolamenti)


Attività di Laboratorio

accendiamo il fuoco

esperienza concreta : le caldarroste


Visita alla Caserma dei Vigili del Fuoco




                   Attività di laboratorio linguistico motorio


Promuovere le manifestazioni significative del bambino ed il suo approccio al mondo della espressione letteraria mediante : "La produzione di un testo narrativo fantastico" da rappresentare, nello spettacolo di fine anno scolatico.

Siccome noi insegnanti siamo consapevoli che ogni processo di apprendimento, soprattutto a questa età è filtrato dal corpo, abbiamo organizzato, uno spazio dedicato alla conoscenza corporea ed allo sviluppo creativo, integrando la nostra creazione letteraria con il bisogno di fruire liberamente del piacere del movimento e dell'esprimersi attraverso la corporeità.


La nostra storia............



                                      IL MAGO OTUS

NARRATORE

Quando la natura non parlava ancora e una grande quiete avvolgeva il mondo, il Mago OTUS era soddisfatto perchè poteva sonnecchiare in pace ovunque gli piacesse,

MAGO

"Che pace, che silenzio! Tutto questo mi fa desiderare di riposare ancora di più

NARRATORE

La terra, l'aria, l'acqua e il fuoco, che per tranquillità assomigliavano un po' ai bambini, scorrazzavano a destra e a sinistra, in alto e in basso combinando talvolta qualche guaio.

L'acqua e il fuoco si inseguivano continuamente, bisticciavano fra di loro, poi correvano a nascondersi senza mai combinare nulla di buono.

Amche la terra e l'aria erano inquieti, si cercavano continuamente ed insieme, facevano dei bellissimi girotondi.

Un giorno, il grande Mago Otus si svegliò dal suo torpore e cominciò a meditare; si grattò la testa, poi la lunga barba, il naso e, nel frattempo,  rifletteva sul fatto che questa pace non gli desse più la felicità . Ma quando sembrava avesse  perso la speranza, improvvisamente saltò in piedi e disse:

MAGO

"Mi è venuta una grande idea, ho trovato finalmente la soluzione !......."

NARRATORE

Giunse alla conclusione di convocare i quattro amici, i quali si presentarono sospettosi e  intimoriti temendo di essere rimproverati; ma nulla di tutto ciò, il Mago sorridendo  disse loro:

MAGO

Amici miei, ho bisogno del vostro aiuto!........

NARRATORE

Il fuoco di temperamento vivace e intraprendente si fece avanti, vincendo la propria emozione, e disse:

FUOCO

Cosa è successo? Cosa possiamo fare per te?

MAGO

Io sono un grande mago ma nessuno mi conosce, vorrei rendere vivo e maestoso questo mondo affinchè ci si accorga di Me e il mio nome risuoni nel tempo.

MAGO

rivolto alla Terra, " Bene! Sentiamo te Terra, tutta scura e imbronciata, cosa farai per me"?

TERRA

"Io ricoprirò la palla rotonda, la renderò fertile, farò nascere le piante, crescere l'erba e i bambini giocheranno in mezzo ai fiori ................ Ti basta tutto questo?

MAGO

rivolto poi all'Aria:"Tu Aria, che te stai in quel cantuccio, cos'hai da dire a proposito?

ARIA

un po' intimidita "Io ......che  nessuno  vede,  posso farmi sentire,  scompiglierò le nuvole nel cielo, farò volare tutto sulle ali della gioia. Darò respiro alla vita!"

MAGO

rivolto all'Acqua: "Tu acqua cosa potresti fare per me?"

ACQUA

Io nascerò dalle montagne, scenderò giù dalle cascate e scorrerò ballando e rumoreggiando fino a tuffarmi nel mare.

Tutte le piante, gli animali e le persone avranno bisogno di me e mi invocheranno.

MAGO

rivolto al Fuoco: " Tu Fuoco come pensi di propagarti?

FUOCO

Accenderò la mia fiamma, il mio calore riscalderà la terra e la mia luce salirà fino alle stelle.

NARRATORE

I quattro elementi partirono, fagotto in spalla e si consultarono per decidere sul da farsi. Dopo tanto parlare, ognuno di loro maturò l'idea di portare gioia al mondo.

NARRATORE

Il giorno seguente, il Mago OTUS al suo risvegliò, aprì gli occhi e con soddisfazione si rese conto che l'Aria, l'Acqua, la Terra e il Fuoco avevano, davvero. fatto  un bellissimo lavoro: un leggero venticello  gli accarezzava la lunga barba bianca, udiva l'allegro rumoreggiare di un ruscelletto che scorreva fra i prati verdi coperti di fiori, un bel sole splendente  nel cielo azzurro riscaldava ogni cosa, mentre un uccellino fermo sul  ramo di un albero cinguettava felice .

Il Mago ,di fronte a tanta bellezza, pieno di  gioia esclamò:

"Che meraviglia......!!!!!!!!!! Sono davvero un "GRANDE MAGO"



                                    RAPPRESENTAZIONI  GRAFICHE INERENTI IL PROGETTO

                                                             " GLI ELEMENTI DELLA NATURA"













© 2006-2014 Istituto Comprensivo Castel di Lama Capoluogo - C.F. 92033340446